PBREAD CON TUMMINIA E QUINOA GERMINATA

Stavolta il pBread ha preso un versante antico.

L’idea è venuta ad un’amica che ho conosciuto su facebook, che mi ha chiesto un pane con la Quinoa per un progetto dedicato alle donne in Equador. Si tratta di uno pseudocereale che costituiva il nutrimento principale degli Inca e delle popolazioni andine. La quinoa è un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco. È anche un’ottima fonte i proteine vegetali, poiché contiene tutti gli amminoacidi essenziali (fatto raro nel regno vegetale) e in proporzioni bilanciate, che corrispondono alle raccomandazioni dell’OMS. Contiene inoltre grassi in prevalenza insaturi. La quinoa però non contiene glutine, per cui farci il pane non è semplicissimo. Ecco perché sono andato alla ricerca di una ricetta per gestirla. Il metodo suggerito si basa sulla germinazione della stessa e inserimento nell’impasto in una fase intermedia della lavorazione. Volevo inoltre caratterizzare ulteriormente questo pane e, trovandomi delle ottime farine di grano duro siciliano, ho deciso di provare il mix. Sono molto contento del risultato, è venuto un pane decisamente complesso, ricco di sapore e di aromi, con un gusto persistente che si può mangiare da solo senza sentire il bisogno di accompagnarlo con altri cibi. Certo è che se ci poggiate sopra una fettina di Brie, di Camembert o di guanciale, beh, non me